Lo staff

 

All’interno della struttura collaborano Francesca, coordinatrice e responsabile, le operatrici socio-educative abilitate da adeguato titolo, un cuoco, due ausiliarie e la psicopedagogista di riferimento.

La professionalità e l’aggiornamento della coordinatrice e delle educatrici sono arricchiti e supportati da percorsi formativi costanti, condotti sia all’interno dalla nostra psicopedagogista, sia all’esterno tramite corsi specifici, finalizzati a sviluppare ed affinare sensibilità, capacità e tecniche socio-educative coerenti con le finalità di un servizio dinamico e complesso come il nido. Ogni lunedì sera, dalle h. 18,30 alle h.20,30 lo staff educativo si riunisce per il lavoro di programmazione e verifica; una volta al mese, per la formazione professionale.

 

Francesca, la coordinatrice

La coordinatrice sovrintende all’ andamento del servizio e garantisce la realizzazione degli obiettivi pedagogici. Il suo lavoro viene costantemente ricondotto a tre ambiti di riferimento:

a) i singoli bisogni

b) il progetto del nido

c) il lavoro di gruppo.

Nello specifico, con grande entusiasmo:

• allaccia e consolida i rapporti con le famiglie per promuovere la sensibilizzazione ai problemi di educazione socio-sanitaria e psico-pedagogica dello sviluppo del bambino;

• programma, insieme al collettivo degli operatori, l’attività educativa, elaborando le ipotesi pedagogiche, definendo le linee metodologiche e individuando gli strumenti di verifica (progetto educativo del nido);

• coordina gli incarichi tra il personale, organizza i turni di lavoro a breve/medio termine, tenendo presente risorse umane ed esigenze educative;

• fissa il calendario delle riunioni di collettivo del personale e ne presiede le sedute;

• cura la circolazione interna delle informazioni;

• garantisce un’efficace organizzazione generale e complessiva del nido (spazi, attività, materiali…);

• analizza i percorsi formativi, progetta percorsi di aggiornamento professionale continuo per il personale operante;

• svolge funzioni di tutor nei confronti delle nuove educatrici, delle tirocinanti;

• fa da tramite fra genitori e specialisti in caso di particolari difficoltà;

• cura i rapporti sistematici con le altre agenzie istituzionali e private coinvolti nell’attività del servizio (pediatra di riferimento, scuole dell’infanzia del territorio, Comune e Biblioteca Civica) per promuovere collaborazioni.

 

Le nostre attente educatrici: Elena, Flavia, Alessandra, Elisa…

…Tatiana, Federica

“… ciò che è meraviglioso in un bambino è la sua promessa,

non la sua esecuzione:

la promessa di mettere in atto, a certe condizioni,

le proprie potenzialità.” (Montagu)

 

Il ruolo dell’educatore rappresenta uno degli aspetti fondamentali della vita quotidiana all’interno del nido. Il bambino piccolo, infatti, ha un forte bisogno di accoglienza e di sicurezza a livello emotivo-affettivo, ma al tempo stesso è caratterizzato da una consistente spinta verso l’esplorazione e la conoscenza del mondo circostante. Il bisogno di sentirsi accolto in un ambiente emotivamente sereno e rassicurante e le esigenze di carattere conoscitivo ed esplorativo sono aspetti distinti – seppur non contrapposti – dello sviluppo infantile nei primi anni di vita. Emergono, così, nell’agire delle nostre educatrici alcuni punti che caratterizzano il loro lavoro e la loro professionalità:

• accentrano l’attenzione all’inserimento graduale del bambino;

• agiscono nella riflessione sulla delicatezza della condivisione delle cure fra famiglia e nido, nel rispetto della centralità della famiglia e della storia personale di ogni bambino;

• pongono l’osservazione del bambino, finalizzata ad accompagnarlo nel suo percorso di crescita individuale, favorendo il consolidarsi della sua identità ed espressione del sé, attraverso il gioco e altre attività educative;

• conservano la tensione verso un’articolazione del proprio lavoro capace di tenere conto dei bisogni del bambino, ma anche di sostenere i genitori, accettando le emozioni spesso contraddittorie che accompagnano il primo processo di autonomia e distacco fra bambini e genitori;

• consolidano in team la capacità a progettare l’ambiente e di proporre esperienze che assecondino lo sviluppo sociale e cognitivo, secondo i ritmi di ogni bambino;

• somministrano i pasti, effettuano il cambio degli indumenti, vigilano sui bimbi e provvedono ai bisogni del singolo bambino legati al momento della nanna.

 

Lia e Rosa, le preziose ausiliarie
 

• distribuiscono i pasti;

• effettuano il riordino generale della cucina e svolgono funzioni generali di pulizia e di sanificazione di tutti gli ambienti del nido;

• collaborano con le educatrici nel riordino dei luoghi delle attività ludico-didattiche.

 

L’abile cuoco Paolo

• prepara con cura la merenda mattutina e il pranzo;

• controlla con rigidità la qualità e la quantità delle derrate alimentari;

• pone grande attenzione alle procedure certificate, imposte dalla legge, che garantiscono la qualità offerta, atta a potenziare la percezione della valenza salutare del servizio e costituiscono un punto di forza nella collaborazione allo sforzo educativo delle famiglie;

• provvede con metodo al lavaggio, alla cottura, all’ affettatura dei cibi e al corretto scongelamento delle materie prime (ove previsto);

• effettua con precisione il riordino generale della cucina e svolge funzioni generali di disinfezione di strumenti ed attrezzature utilizzati nella stessa.

La Bottega delle Favole
Via Ghirlandaio 1,
Pioltello (Mi)
tel. 02.92101552
P. Iva: 04330370968
Contattaci!
Seguici su Facebook
Meteo Pioltello